Assistenza sanitaria agli anziani, i familiari chiedono sostegni alla Regione Marche

Scritto il . Pubblicato in , .
La residenza protetta per anziani della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti di Senigallia
La residenza protetta per anziani della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti di Senigallia

Sono oltre 100 le firme raccolte per protestare contro la Regione che non adegua da quasi 20 anni la quota di compartecipazione alle spese di assistenza. L’iniziativa è stata presa e resa nota nei giorni scorsi dai familiari degli ospiti della residenza protetta della fondazione Opera Pia Mastai Ferretti di Senigallia che hanno chiesto l’aiuto della politica ma annunciato anche di volersi rivolgere al garante regionale dei diritti della persona.

In una lettera aperta agli amministratori regionali, i congiunti dei degenti hanno riportato le condizioni che molti degli ospiti stanno sopportando da ormai quasi due anni, da quando è scoppiata la pandemia da covid-19.

«La ridotta mobilità e deambulazione dovuta alla lunghissima costrizione in una camera (che può significare il letto e poco più), l’impossibilità di aiuto e supporto da parte dei parenti, l’isolamento, le mascherine, i compagni di stanza che escono in barella e non tornano più, tutto questo è stato, ed è, causa di disagio, di paura, di percezione di abbandono. Alcuni sono già caduti. Altri, deprivati del contatto e della presenza dei propri cari per troppo tempo, si stanno abbandonando lungo un percorso di cui non si conosce la fine. Quelli che resistono, che vogliono resistere, hanno bisogno di sostegni, di aiuti per provare a farlo. Eccezionali, come eccezionale è la contingenza pandemica».

L’articolo integrale sarà disponibile nel settimanale digitale in uscita giovedì 28 ottobre a questo link. Abbonati e sostieni l’editoria locale

Carlo Leone