Betlemme, città del pane: torna l’originale presepio della San Vincenzo de’ Paoli

Scritto il . Pubblicato in , .
Presepio di pane – particolare

La Conferenza San Vincenzo De Paoli – Consiglio di Senigallia, dopo il successo delle passate edizioni, ha voluto riproporre anche quest’anno l’atmosfera magica natalizia, con l’allestimento dell’originale ‘presepe di pane’ presso la Sede di Via Cavallotti, 11, a Senigallia. L’inaugurazione è avvenuta giovedì 9 dicembre 2021, alle ore 9, con la partecipazione del sindaco Massimo Olivetti, del vescovo Franco Manenti, dell’assessore ai Servizi sociali Cinzia Petetta e dei cittadini curiosi di ammirare questo bel manufatto. Il presepe sarà visitabile sino al prossimo 6 gennaio, tutti i pomeriggi dalle ore 17.00 alle 19.00 e la domenica anche dalle 10.00 alle 12.00.

Il pane cibo base dell’alimentazione umana, è protagonista insieme ad altri alimenti ( pasta, dolciumi, ecc.), nella distribuzione trisettimanale (martedi, giovedi sabato, dalle ore 10.00 alle 12.00) nella stessa sede, a cura dei volontari della S. Vincenzo, a favore di famiglie e persone bisognose. Ma sono molteplici le attività caritative portate avanti, grazie ad una efficiente rete di solidarietà, coordinata dalla dinamica Presidente Lea Venuti di Barbara, che coinvolge una quarantina tra forni e pizzerie locali, oltre alle elargizioni di ditte ed enti privati, anche in collaborazione con le altre organizzazioni volontaristiche come Caritas diocesana e parrocchiali, il Banco Alimentare, la Croce Rossa.

Meritevole di rilievo, la generosa iniziativa della gelateria artigianale Sbirulina di Corinaldo, che destinerà alla San Vincenzo una percentuale degli incassi giornalieri, con informativa alla clientela.

Grazie a questi contributi di benefattori, la Conferenza provvede alla distribuzione mensile a domicilio di un pacco alimentare composto da pasta, riso, salsa di pomodoro, legumi, piselli, farina, scatole di tonno, ecc. a circa 50 famiglie con Isee da 0 a 6000 euro, consentendo un risparmio medio di oltre 1500 euro annui. Parimenti preziose le altre attività integrative, quali i contributi per il pagamento, in casi di estrema necessità, di canoni di affitto; delle bollette di acqua; luce gas; acquisto di libri scolastici; medicinali non a carico del Servizio sanitario nazionale. Attività incrementate, di recente, grazie al generoso aiuto del Banco Marchigiano di Senigallia. La Conferenza Vincenziana locale, fedele agli insegnamenti dei fondatori San Vincenzo De Paoli e del Beato Federico Ozanan, sta prodigando il massimo sforzo caritativo grazie ad un gruppo affiatato di volontari, di fronte ad una crescente richiesta di aiuto da famiglie povere sempre più in difficoltà, specie nella tuttora presente pandemia Covid 19.

Ecco allora un caldo invito a destinare qualsiasi forma utile di sostegno, anche per onorare degnamente il messaggio cristiano di generosa solidale fraternità, specie verso i più deboli, che proviene dalle ricorrenze del S. Natale.

Alberto Bruschi