Il premio “Ho l’Africa nel cuore” a Aboubakar Soumahoro

Scritto il . Pubblicato in .

In programma dal 27 Settembre al 3 Ottobre la XXIII edizione della Settimana Africana Regionale promossa da L’Africa Chiama Onlus

La ventitreesima edizione della Settimana Africana Regionale, promossa dalla onlus fanese L’Africa Chiama, si terrà a Fano dal 27 Settembre al 3 Ottobre: una settimana ricca di eventi e numerose iniziative volte ad accendere i riflettori sull’Africa, il continente più dimenticato e oppresso. Un evento ideato 23 anni fa dal fondatore della onlus, Italo Nannini, scomparso lo scorso 22 marzo e al quale viene dedicata l’edizione 2020.

La cerimonia di premiazione e l’incontro con Aboubakar Soumahoro si terrà Giovedì 1 Ottobre alle ore 18.30 presso Sala Santa Maria del Gonfalone (Via Rinalducci), all’interno della Settimana Africana Regionale che avrà inizio Domenica 27 Settembre e si concluderà con la Notte Nera Sabato 3 Ottobre.

Come nelle precedenti edizioni, in occasione della manifestazione l’associazione assegna il Premio Ho l’Africa nel Cuore (sedicesima edizione) a persone che si sono contraddistinte per l’attenzione e la sensibilità dimostrata verso l’Africa e la sua gente.

Quest’anno il premio verrà consegnato ad Aboubakar Soumahoro, originario della Costa d’Avorio e in Italia dal 1999, attivista in prima linea in difesa dei lavoratori agricoli e contro lo sfruttamento ed il caporalato e tra i fondatori della Coalizione Internazionale Sans-Papiers, Migranti e Rifugiati (CISPM).

“Non smetteremo mai di lottare finché l’essere umano sfrutta l’essere umano e la natura per avidità.” Laureato in Sociologia all’Università Federico II, Aboubakar Soumahoro partecipò alla creazione di un “ambulatorio medico popolare”, contribuendo anche a creare un comitato di migranti e riuscendo a portare la questione della condizione lavorativa e della contrapposizione alla frammentazione dei lavoratori in generale al centro del dibattito sindacale.

Scarica Immuni