Pedopornografia, truffe e altri reati: il report 2022 della Polizia Postale delle Marche

Scritto il . Pubblicato in , .
La Polizia Postale e delle Comunicazioni
La Polizia Postale e delle Comunicazioni

La Polizia Postale e delle Comunicazioni delle Marche ha reso noto il report sulle attività svolte nel corso del 2022, con particolare riguardo nei confronti di reati che coinvolgono i minorenni, come la pedopornografia on line. Proprio in questo ambito le indagini hanno portato alla denuncia di 17 soggetti e all’arresto di 5 persone tra cui un italiano residente a Mondolfo, uno a Senigallia, uno a Montemarciano, uno nel tolentinate e un altro nell’ascolano. Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati 6.000 gigabyte di supporti informatici contenenti immagini e video di esplicita natura pedopornografica nei quali erano coinvolti o protagonisti minori tra i 6 e i 13 anni. 

Non solo pedopornografia. Nell’ambito dei reati contro la persona commessi attraverso la rete, la polizia ha trattato 139 casi che hanno permesso di denunciare 34 soggetti a piede libero. Quasi il doppio invece i deferiti all’autorità giudiziaria per truffa, con un danno in capo agli acquirenti raggirati che ammonta a oltre 100 mila euro. Altri 700 mila sono stati invece “cooptati” a ignare vittime mediante la simulazione di email aziendali. Ben più pesante invece la cifra trafugata attraverso…

Continua a leggere sull’edizione del 12 gennaio, cliccando QUIabbonati a La Voce Misena.
Scarica l’app da Google Play o da App Store: è gratis!