La protezione rifugiati a corrente alterna

Scritto il . Pubblicato in , .
profughi, rifugiati, richiedenti asilo, guerre, povertà

Solidali con gli ucraini, ma sempre respingenti e discriminanti in violazione dei diritti umani e delle convenzioni internazionali con tutti gli altri profughi. È la grande contraddizione di Italia ed Europa che hanno viaggiato su due binari in termini di accoglienza nell’anno più drammatico del secolo.

Lo sostiene Diritto d’asilo, il rapporto della Fondazione Migrantes sui rifugiati che fotografa il 2022 presentato alcuni giorni fa a Roma. A giugno vivevano nel Belpaese poco meno di 296 mila persone con protezione internazionale (profughi ucraini inclusi), circa cinque rifugiati ogni mille abitanti. Ben lontano dalle cifre dell’accoglienza di Francia (613 mila) e Germania (2.235.000).

Il rapporto sottolinea che “l’Europa ha…

Continua a leggere sull’edizione del 15 dicembre, cliccando QUI. Sostieni l’editoria locale, abbonati a La Voce Misena.