A Boscomio si festeggia la Giornata Mondiale delle api

Scritto il . Pubblicato in , .

Il 20 maggio si celebra in tutto il mondo la “Giornata Mondiale delle api”. Camillo Nardini di Sena Nova illustra dai microfoni di Radio Duomo – Inblu le iniziative in occasione di questa ricorrenza a Boscomio, il bosco urbano di Senigallia.

Questa espressione “Giornata Mondiale delle api”, può sembrare uno slogan di facile consumo, come l’altro, diffusissimo, “Salviamo le api!”, gridato da tanti ma seguito da pochi o quello che ha il sapore di una profezia, attribuito a Einstein, che avrebbe detto: ”Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all’umanità resterebbero solo quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione; di conseguenza, niente piante, niente alberi, e quindi niente esseri umani”.

A Boscomio l’associazione Sena Nova proporrà un’esperienza divertente, che si svolgerà appunto nel pomeriggio del 20 maggio e che si “spalmerà”, proprio come il miele, su tre turni di un’ora: alle 16, alle 17 e alle 18. Non ci sarà bisogno di prenotazione, ma sarà obbligatorio il distanziamento e l’uso della mascherina. Si aprirà con una breve accoglienza durante la quale si spiegheranno le caratteristiche di Boscomio, si daranno caramelle alla propoli o al miele e si racconteranno, come nelle favole, alcune caratteristiche degli animali che frequentano il luogo: la volpe, il riccio, l’istrice, i rapaci come il gufo, il barbagianni, la civetta o altri come il pettirosso, il picchio, la gazza ladra, lo scoiattolo. Agli intervenuti si consegnerà un libricino nel quale sono state raccolte le notizie di Boscomio relative a tutto quello che rappresenta la biodiversità in questo luogo così straordinario. I visitatori che hanno un telefono cellulare dotato di up per leggere i codici QR-code, cioè quelli che sono su ogni prodotto che acquistiamo, potranno girare per il bosco e trovare gli alberi che recano sul tronco le targhette di alluminio, avvicinare il telefono e ascoltare che cosa ci narra l’albero.

Dimenticavo, Boscomio non è un parco cittadino, quindi non ha servizi, acqua potabile e soprattutto non ha cestini per i rifiuti: questo significa che chi entra può consumare un panino, fare un picnic oppure bere dalla sua bottiglietta di plastica o dal suo barattolino di metallo, ma assolutamente riporta via con sé tutto, compreso l’eventuale tovagliolino per rispettare appieno l’ambiente.

a cura di Barbara Fioravanti

Fai una
oppure

Abbonati a Voce Misena: