#Acquistiamolocale: con Confartigianato

Scritto il . Pubblicato in , .
Giacomo Cicconi Massi

Una campagna a favore dell’Acquisto Locale per il sostegno alle imprese del territorio, con un’immagine coordinata che è stata condivisa, per fare rete al massimo, anche con Confartigianato Macerata – Ascoli – Fermo. Un’azione concreta a sostegno delle aziende locali, per spingere a comprare i prodotti del territorio in questa fase storica complicata. “Nella campagna ideata – ha detto il Segretario di Confartigianato Senigallia Giacomo Cicconi Massi (in foto) – le Marche campeggiano, colorate di verde, simbolo della speranza, al centro di un cuore in cui sono presenti le icone dei mestieri che noi rappresentiamo”. Poi un hashtag dedicato, #acquistiamolocale, perché, ha aggiunto Cicconi Massi, “questo è il momento di creare un vero e proprio patto sociale per salvaguardare le nostre micro, piccole e medie imprese. Questa è una regione unica, fatta di tante eccellenze che dobbiamo aiutare. E’ giusto rispettare le regole per la tutela della salute, ma non possiamo dimenticare il tema economico”. Il Presidente, Giovanni Angelini ha parlato del difficile momento che stanno vivendo le imprese del nostro territorio e della necessità di offrire loro il sostegno massimo: “Le imprese vogliono lavorare. I ristori non bastano e dovremmo estenderli a tutte le imprese della filiera. Abbiamo un patrimonio, che è quello delle miro imprese che vanno sostenute e, nel rispetto dei protocolli che ci sono stati assegnati, devono poter lavorare. In poco tempo abbiamo dovuto cambiare attitudine e portare gli associati anche a essere più presenti online, data la situazione, ottenendo risultati incoraggianti. Chi può digitalizzarsi con prodotti adatti alla vendita sul web, ha voglia di cambiare e lo sa fare velocemente. Confartigianato è qui per questo: è un momento cruciale e di forte cambiamento in cui dobbiamo intervenire a sostegno delle nostre realtà aziendali”.“Siamo preoccupati – conclude Cicconi Massi – per lo scenario che ci stiamo trovando ad affrontare: si parla di emergenza e poco di ripartenza mentre i nostri imprenditori hanno bisogno di certezze per fare impresa, oltre che di un contesto favorevole. Per questo bisogna dare regole certe e non cambiarle ogni settimana, col rischio di generare solo sfiducia e confusione in chi fa impresa. Noi siamo qui, al contrario, per portare fiducia e ottimismo, nonostante le difficoltà”.

a cura di Antonio Marco Vitale

Fai una
oppure

Abbonati a Voce Misena: