C’è una nave che parte da Senigallia: il progetto ResQ si presenta alla città

Scritto il . Pubblicato in , .

Il progetto ResQ, people saving people, si presenta alla città . Saranno presenti Cecilia Strada, Alessandro Sergi e Paola Mancini.

ResQ People Saving People è il progetto nato da un piccolo gruppo di amici e professionisti di varia natura che, stanchi di vedere morire migliaia di migranti nel tentativo disperato di attraversare il Mediterraneo, cercando per sé e per i propri figli un domani migliore, hanno deciso di rompere il muro dell’indifferenza e provare a mettersi in gioco, con un unico obiettivo: restare umani.

La nave di Resq partirà idealmente venerdì 8 ottobre 2021, dal cinema Gabbiano di Senigallia.
Il varo, alle 19.15, lo darà il film “Styx” – del tedesco Wolfang Fisher. Parla di una dottoressa e del suo incontro con una barca di profughi alla deriva, il racconto di una donna che si pone delle domande legittime che chiedono risposte di umanità certe e condivise.

Il tempo di una pausa dedicata ad una frugale cena e il viaggio prosegue con Cecilia Strada, responsabile della comunicazione di “Resq – people saving people”, Alessandro Sergi, medico senigalliese che opera nella stessa organizzazione e Paola Mancini, delle Brigate volontarie per l’emergenza Marche. Modera l’incontro la giornalista Laura Mandolini.

La prima missione di Resq è avvenuta il 13 agosto scorso, giorno in cui si è compiuto il primo soccorso e sono state salvate 85 vite. Questa importante impresa è coincisa con la scomparsa di Gino Strada, a cui è stato dedicato il primo intervento. In totale, nel corso della prima missione, sono state salvate 166 persone.