Fiorini fa 75: la carta che crea impresa

Scritto il . Pubblicato in , .
Da sinistra Giovanni Fiorini, Massimo Olivetti e Lorenzo Cicconi Massi
Da sinistra Giovanni Fiorini, Massimo Olivetti e Lorenzo Cicconi Massi

Quest’anno la Fiorini Packaging taglierà il traguardo dei 75 anni di vita. Un evento per una delle più importanti realtà industriali del tessuto locale che ha voluto omaggiare la città in cui tutto ha avuto inizio: per l’occasione è stato realizzato un calendario sulle bellezze di Senigallia che porta la firma del maestro della fotografia Lorenzo Cicconi Massi.

L’iniziativa è stata presentata in municipio, alla presenza del sindaco Massimo Olivetti e di parte della giunta, dell’artista senigalliese e del presidente dell’azienda Giovanni Fiorini. L’azienda, in origine chiamata Sacart, nasce nel 1947 per volontà di Sestilio Cavallari e Giambattista Fiorini, a cui è stata recentemente intitolata una porzione di via Mattei. Negli anni ha avuto un notevole sviluppo fino a divenire uno dei maggiori produttori nazionali e internazionali di prodotti e sacchi in carta, rispondendo alle esigenze del settore edile, alimentare e chimico. Oggi è uno dei punti di riferimento nel mondo del packaging, con un fatturato di 60 milioni di euro e nuove prospettive di crescita.

Da cinque anni a questa parte ha puntato ancora sulla qualità e investito molte risorse: recentemente è stato acquisito un macchinario da 9 milioni di euro e un altro è in arrivo nel 2024. Uno sguardo rivolto al futuro e al territorio in cui investe da 75 anni. «Puntiamo molto sul radicamento nel locale, assumiamo giovani del territorio e collaboriamo con le scuole – spiega Giovanni Fiorini, presidente e ceo della ditta fondata dal bisnonno – per far comprendere quali siano le opportunità, che ci sono, e quali i percorsi formativi…

Continua a leggere nell’edizione digitale di giovedì 3 febbraio, cliccando qui.
Sostieni l’editoria locale, abbonati a La Voce Misena