La Rocca Roveresca da rivivere in presenza

Scritto il . Pubblicato in , .

Abbiamo raggiunto Claudia Casavecchia, funzionario per la promozione e la comunicazione della Direzione Regionale Musei Marche – Ministero della Cultura, che dai microfoni di Radio Duomo – Inblu ci parla della riapertura della Rocca Roveresca di Senigallia, delle attività portate avanti durante il periodo di chiusura e di quelle in programma dopo la riapertura.

Come tutti i musei di Italia, la Rocca Roveresca di Senigallia è stata chiusa per molti mesi tra il 2020 e il 2021. Nell’estate 2020, nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, si è registrata una risposta positiva alle varie iniziative proposte, come visite animate e aperture straordinarie. Durante il periodo di chiusura, però, non è venuta meno la mission di promozione del patrimonio e della cultura. Sui social sono state attivate rubriche e approfondimenti incentrati sulla storia della rocca e sui personaggi della famiglia Della Rovere. Con la rubrica #VistidaVoi e #laRoccaaCasaTua abbiamo, ad esempio, cercato virtualmente di portare a casa dei visitatori l’esperienza museale o di condividere le belle emozioni che il nostro monumento suscita. Inoltre sono state attivate esperienze di tirocinio e di scuola lavoro online: con il Liceo Perticari sono state attivate video lezioni in cui il nostro personale si è interfacciato con gli studenti per raccontare i retroscena della formazione di chi lavora in un museo. Ora verranno attivate in presenza iniziative con gli studenti che sperimenteranno in prima persona la vita all’interno di un museo, mentre con i tirocinanti dell’ISTAO-Istituto Adriano Olivetti è stata attuata un’analisi territoriale per interfacciarci con gli stakeholder nella promozione e nella condivisione dei valori del nostro territorio. Il primo risultato è stato un incontro in presenza pochi giorni fa con l’associazione editori marchigiani ÈDIMARCA, con la quale stiamo ragionando su una forma adeguata di collaborazione che possa aggiungere valore sia al loro lavoro sia alla fruizione dei musei della Direzione Regionale Musei Marche, Istituto in cui è inserita anche la Rocca Roveresca. Effettivamente questo periodo di pandemia ha ancor di più rafforzato la consapevolezza che solo facendo rete tra vari operatori possiamo raggiungere obiettivi di miglioramento dell’offerta che possa avere una ricaduta positiva sia sociale sia di sviluppo economico. Per tutte queste iniziative un ringraziamento particolare va sicuramente all’architetto Lian Pellicano’, che è stata la direttrice della Rocca Roveresca fino a metà aprile. Ora siamo in attesa della nomina di un nuovo direttore della Rocca.

Abbiamo inoltre attivato un accordo di valorizzazione con l’Istituto Centrale del Catalogo e della Documentazione di Roma grazie al quale la Rocca ospiterà nelle proprie sale la Mostra fotografica “L’oro del tempo” di Mario Cresci. Abbiamo ampliato la convenzione con il Comune di Senigallia che comporta scontistiche nei biglietti di ingresso e che verrà a breve attivata. La Rocca, inoltre, ospiterà alcune opere della seconda Biennale di fotografia di Senigallia e proporrà aperture straordinarie con visite animate e letture dantesche. In questo periodo è ancora difficile fornire date e appuntamenti definitivi, per questo invito a controllare i nostri social e il sito www.roccasenigallia.it e www.musei.marche.beniculturali.it per un’informazione sempre aggiornata sugli eventi della Rocca. La pandemia ci ha insegnato che la comunicazione online è un degno alleato per raggiungere molte persone anche lontane, ma ci stiamo organizzando per accogliere al meglio e con varie offerte i visitatori che avranno piacere di venirci a trovare e di vivere il nostro museo.

a cura di Barbara Fioravanti