Pace in versi, la sfida alla guerra è innanzitutto culturale

Scritto il . Pubblicato in , .
Il reading di poesia e pace svolto a Senigallia. Foto di Vincenzo Prediletto
Il reading di poesia e pace svolto a Senigallia. Foto di Vincenzo Prediletto

Pace all’insegna del connubio tra parole versi e musica. Un evento culturale davvero coinvolgente e partecipato si è svolto domenica pomeriggio 27 novembre presso l’accogliente Teatro Portone di Senigallia, gentilmente messo a disposizione dal parroco don Paolo Gasperini, grazie all’idea geniale ed al meritorio impegno profuso dall’attivissimo Franco Patonico nell’organizzare e coordinare un significativo Reading poetico sul tema della Pace nel mondo.

L’evento ha avuto peraltro la gradita collaborazione della Scuola di Pace “Buccelletti”, dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani Italiani Sezione Senigallia) nonché dei ragazzi e dell’insegnante del Centro Interculturale “Le Rondini”. Lo spettacolo è statto presentato e condotto con consumata maestria e simpatica verve dall’attore regista teatrale Mauro Pierfederici e dalla briosa Donatella Angeletti presidente della Filodrammatica “La Sciabica” di Montignano-Marzocca.

Si è aperto con il saluto di benvenuto al numeroso pubblico accorso in sala e agli oltre 20 poeti partecipanti provenienti da Senigallia provincia e regione Marche e con la visione di un breve video proiettato sullo schermo che aveva come protagonisti il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con un intervento mirato all’importanza della Pace ed alla solidarietà fra i popoli e Papa Francesco Bergoglio che dalla finestra del Vaticano per l’Angelus domenicale, invocando la pace, pronunciava una solenne preghiera, rivolta a tutti i potenti per far cessare la sanguinosa guerra in Ucraina invasa dalla Russia e gli altri conflitti sparsi in diversi angoli della nostra martoriata Terra…

Continua a leggere sull’edizione digitale del 1° dicembre, cliccando QUI.
Sostieni l’editoria locale, abbonati a La Voce Misena