Senigallia, lezioni nelle “aule” di Casa San Benedetto e Boscomio

Scritto il . Pubblicato in , .
Giovani studenti alle prese con le lezioni di scienza nell'area verde Boscomio di Senigallia
Giovani studenti alle prese con le lezioni di scienza nell’area verde Boscomio di Senigallia

Imparare sperimentando la scienza nel bosco, toccando con mano l’ambiente e le sue risorse, attraverso laboratori divertenti e intelligenti. Sono questi i fondamenti del progetto “CrEsco – Contesti ricreativi di Educazione e scoperta” che è stato avviato a Senigallia proprio in questi giorni grazie a una sinergia tra la fondazione Caritas, l’associazione Sena Nova e l’associazione culturale Next.

Presso il giardino di casa San Benedetto – la struttura della Caritas per le donne vittime di violenza – e nella limitrofa area verde di Boscomio, zona Saline, sono iniziate le esperienze didattiche innovative che portano la firma ormai riconoscibile e professionale degli animatori e divulgatori scientifici che ogni anno organizzano “Fosforo, la festa della scienza”. Una collaborazione preziosa per i ragazzi della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado.

Il via alle attività c’è stato proprio con questi ultimi: lunedì 4 ottobre si è svolto il primo incontro in diretta streaming con le scuole secondarie di primo grado dell’istituto comprensivo Faa’ di Bruno di Marotta e dell’istituto comprensivo Padalino di Fano; martedì 5 invece le prime lezioni in presenza con una classe quarta della scuola primaria Rodari di Senigallia.

Tante le attività per far vivere agli studenti, grandi e piccoli, l’emozione della scoperta e della natura. Ecco nello specifico gli eventi: per la scuola dell’infanzia ci sono “Orto didattico” (sui colori naturali) e “Tutti a Boscolandia!” che hanno lo scopo di porre l’attenzione alla bellezza e alla diversità dei colori naturali, da estrarre insieme, e ai suoni del bosco.
Per la scuola primaria “Orto didattico” farà scoprire l’importanza della stagionalità di frutta verdura e dei nutrienti sulle nostre tavole, mentre un avvincente gioco di strategia, “La comunicazione segreta del bosco”, farà approfondire il mondo degli insetti e dell’evoluzione delle specie.

Gli studenti delle medie (secondaria di primo grado) si sfideranno nel tinkering lab “Rotelle pazze” a testare marchingegni rotolanti e un “Evolution Game” per viaggiare dentro al bosco alla ricerca di odori, tracce e scie nascoste. Dedicato a loro lo streaming dentro la casa delle api, cioè dentro un’arnia, per sbirciare come funziona la società delle api, operosa e unica nel suo genere.
Infine per la scuola secondaria di secondo grado “Tinkering Lab” (alias Scala la rampa) e “Piante geniali”: gli studenti degli istituti superiori saranno invitati a costruire un marchingegno capace di risalire una rampa, senza istruzioni ma usando la personale creatività e capacità, oltre a scoprire le piante geniali, quelle piante che usano la strategia per sopravvivere in ogni luogo del mondo.

Tutti gli eventi sono gratuiti ma su prenotazione dal sito www.prenotazioni.fosforoscienza.it: si chiude il 26 novembre. Dal martedì al venerdì le visite saranno dal vivo, all’aria aperta, mentre tutti i lunedì ci sarà la diretta streaming: una modalità sviluppata per le scuole primarie e secondarie che non riusciranno a essere presenti soprattutto quelle della provincia di Ancona e Pesaro che risultano più distanti e che hanno difficoltà con i trasporti scolastici compatibilmente con le disposizioni anti covid in vigore per l’anno scolastico 2021/2022.