La ‘Pascoli’ nel cuore

Scritto il . Pubblicato in , .
La presentazione all'auditorium San Rocco del libro "Nel centro della città: storia e memoria della Scuola Pascoli di Senigallia"
La presentazione all’auditorium San Rocco del libro “Nel centro della città: storia e memoria della Scuola Pascoli di Senigallia”

Auditorium San Rocco al completo per la presentazione del libro “Nel centro della città: storia e memoria della Scuola Pascoli di Senigallia”. Nel pieno rispetto delle normative anti-covid, i senigalliesi non sono voluti mancare a questo appuntamento, che per tanti di loro è stato come fare un viaggio nei ricordi.

Frutto della collaborazione fra l’Istituto Comprensivo Senigallia Centro e l’Associazione di Storia Contemporanea, il volume ricostruisce le origini e lo sviluppo di quella che per decenni è stata “la” scuola elementare di Senigallia. «La scuola Pascoli è un ponte fra le generazioni», ha osservato l’assessore alla pubblica istruzione Riccardo Pizzi, portando il saluto dell’Amministrazione comunale che ha patrocinato la pubblicazione. Gli ha fatto eco il dottor Massimo Iavarone in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale, sempre attento nel seguire i progetti che promuovono il dialogo fra la scuola e il territorio. L’evento è continuato con i contributi delle autrici: le docenti Loredana Bruni, Tiziana Casavecchia e Giordana De Liguori, coordinate dal professor Marco Severini. Loredana Bruni ha posto l’accento sull’archivio della scuola Pascoli, da lei esplorato specie nella parte dei fascicoli personali degli insegnanti.

Parole e pagine che il tempo ha sbiadito, ma che ancora permettono di cogliere il nesso invisibile fra le micro-storie personali e la storia del nostro Paese: dalla fondazione degli anni Trenta, avvenuta durante il regime fascista, alla ricostruzione morale e civile del dopoguerra, a cui tanti maestri e maestre in quei grandi corridoi dedicarono la loro vita professionale…

Continua a leggere nell’edizione di giovedì 23 dicembre, disponibile anche in digitale cliccando QUI.
Sostieni l’editoria locale, abbonati a La Voce Misena