Tra due Pasque

Scritto il . Pubblicato in .

E’ appena passata la celebrazione cattolica della Pasqua, ora aspettiamo la celebrazione ortodossa che sarà domenica prossima. Nel frattempo bombe, missili e artiglierie varie continuano a crocifiggere i poveri cristi che sono sotto tiro, senza distinguere soldati e civili, anziani e bambini, uomini e donne. Nemmeno una tregua, come pure si faceva nel barbaro medioevo. L’opera di macelleria in nome “dei valori da difendere” non si ferma mai: non servono parole e non servono silenzi, parla l’odio e rimbombano le armi. Anche le preghiere sembrano inutili, in questo infinito venerdì di passione.