Turismo: avviato il tavolo di lavoro tra Comune di Senigallia e associazioni di categoria

Scritto il . Pubblicato in , .
Turismo, svolto l'incontro a Senigallia tra l'amministrazione comunale e le associazioni di categoria
Turismo, svolto l’incontro a Senigallia tra l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria

Strutturare un’offerta turistica che non sia solo legata al settore balneare ma anche culturale, enogastronomico e sportivo. Migliorare i servizi e le infrastrutture per poter attrarre sempre più turisti. Promuovere l’immagine dell’intera regione Marche e non solo delle singole città o vallate nei mercati esteri, favorendo così gli arrivi degli stranieri. Questi sono i temi di cui si è discusso a Senigallia, in municipio, durante l’incontro di giovedì 12 gennaio tra l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria del territorio.

Un incontro voluto come avvio di un tavolo di lavoro permanente sulle tematiche legate al turismo ma anche per analisi e valutazioni sui risultati della spiaggia di velluto, sull’offerta e sulle problematiche riscontrate. Su tutte, la difficoltà a scrollarci di dosso l’immagine del fango e dell’alluvione, con tutta l’ironia che sui social ha investito l’area senigalliese.

Partendo dai risultati, Senigallia ha dimostrato di poter fare bene in più d’una occasione: la scorsa stagione estiva è risultata la prima per presenze tra le città marchigiane, su un incremento regionale dell’11,82% rispetto al 2021 e del 10,36% rispetto al 2019. Un punto di partenza su cui riflettere per rimodulare l’offerta turistica e valutare nuove strade per adattarsi meglio alle esigenze del mercato. A tal proposito un incarico è stato affidato a Riccardo Strano, con un passato di responsabile di organismi orientati alle attività economiche e commerciali anche di rilevanza internazionale: dal dicembre scorso, collabora, a titolo gratuito, con l’area funzionale 2, soprattutto nel campo del turismo e del terzo settore.

Tra i nodi da affrontare ci sono quello sicuramente infrastrutturale: servono nuove rotte aeree dal Sanzio di Falconara e nuovi collegamenti ferroviari per poter facilitare l’arrivo in città di turisti. C’è poi tutto il capitolo legato alla promozione della città: dall’immagine da veicolare dopo l’alluvione del settembre scorso all’esigenza di una cabina di regia unica e solida per non vanificare gli sforzi quando ci si confronta con un settore molto competitivo come quello turistico.

Soddisfazione dell’amministrazione comunale: il sindaco Olivetti ha parlato di lavoro sinergico per dare «maggior slancio non solo al territorio senigalliese, ma a tutto il territorio della vallata», «offrire una tipologia di vacanza sempre più esperienziale» e «porre le basi per una progettualità proiettata verso una città sempre più accogliente, inclusiva e attenta alla valorizzazione del territorio».