Viale Anita Garibaldi, la rivoluzione attesa da anni

Scritto il . Pubblicato in , .
viale Anita Garibaldi a Senigallia
viale Anita Garibaldi a Senigallia

Dovrebbe partire entro l’estate la “rivoluzione” di viale Anita Garibaldi, a Senigallia. La riqualificazione è infatti pronta per partire e ammodernare una delle vie messe peggio di tutta la città. Risale infatti agli anni ‘30 ed è in condizioni pessime non solo per le buche e gli avvallamenti ma anche per le radici dei pini marittimi che hanno devastato l’asfalto stradale e quelli che dovrebbero essere dei marciapiedi. In giunta è passato il “sì” al progetto esecutivo dopo che a settembre 2021 era arrivato il disco verde a quello definitivo. Dell’intervento sulla trafficata via del quartiere del “piano regolatore” se n’è parlato a lungo ma ora che i lavori sembrano più vicini, anche l’attesa della cittadinanza cresce.

Innanzitutto, per i disagi che qualsiasi lavoro porta con sé: dagli scavi su marciapiedi e sede stradale alla soppressione – seppur temporanea – dei parcheggi per i residenti, dalle limitazioni alla circolazione all’istituzione di sensi unici in un quartiere che è già un dedalo di strade a senso unico; poi per la tempistica che si preannuncia lunga; infine perché si tratta del primo stralcio di lavori che interessano una porzione limitata della strada che da via Capanna arriva fino alla statale 16 Adriatica: precisamente questo lotto riguarda il tratto tra via Capanna e via Mercantini. Del secondo lotto, che riguarda il tratto tra via Mercantini e corso Matteotti, è stato approvato recentemente un co-finanziamento da 875 mila euro e si passa ora alla progettazione per far partire i lavori al termine del primo intervento, mentre per il terzo lotto – da corso Matteotti alla statale – è ancora tutto da vedere. Il costo complessivo di questo primo intervento ammonta…

Continua a leggere sull’edizione digitale di giovedì 5 maggio, cliccando qui.
Sostieni l’editoria locale, abbonati a La Voce Misena