Videosorveglianza di strade e frazioni, Montemarciano punta sulla sicurezza

Scritto il . Pubblicato in , .
videocamere di sorveglianza, videosorveglianza, sicurezza, criminalità, infrazioni codice della strada
Foto da Pixabay.com

Sono oltre 20 le spycam attive integrate in un sistema di videosorveglianza comunale, ma aumenteranno fino al 2026. A dirlo è l’amministrazione comunale di Montemarciano che ha potuto accedere a un finanziamento di 12.000 euro del Ministero dell’Interno di concerto col Ministro dell’Economia e delle Finanze per la sicurezza urbana. Un contributo per rafforzare il sistema di videosorveglianza già presente sul territorio.

Quelle già installate fino al 2020 erano 16, poi ne sono arrivate 2 nel corso del 2021 e altre 4 quest’anno; il progetto di monitoraggio dei punti sensibili della città, studiato di concerto con la Polizia locale di Montemarciano, prevede che si ampli anno dopo anno. Nel 2023 saranno installate altre 2 telecamere OCR con software per la lettura delle targhe dei veicoli: saranno destinate alle strade al confine territoriale o su quegli incroci particolarmente pericolosi. Un sistema utile per rilevare delle targhe sospette segnalate dalle forze dell’ordine, con cui il comando di Polizia locale opera quotidianamente. Nel 2024 sarà installata un’altra telecamera OCR, così come nel 2025 ne verrà installata un’altra dello stesso modello e un’altra anche nel 2026. 

Lo scopo è principalmente quello di monitorare le strade maggiormente trafficate e dove si è rilevato un più alto tasso di pericolosità e di rischio incidenti. Non solo: le telecamere sono anche un efficace strumento contro quei comportamenti illeciti, come gli atti vandalici, che più volte in paese hanno destato preoccupazione. Un deterrente, dunque, oltre che uno strumento utile alle indagini per l’individuazione dei responsabili dei reati e/o comportamenti scorretti. 

Nel contratto stipulato con la ditta erogatrice del servizio sono compresi non solo l’installazione ma anche la manutenzione e assistenza, per avere il controllo completo del territorio come sottolineato dal comandante della Polizia locale Pierluigi Fabbracci. Lungomare compreso, come in occasione del duplice incidente mortale avvenuto ai danni di una coppia di fidanzati travolti in bicicletta. Le immagini relative ai fatti del 17 giugno sono state messe a disposizione delle autorità giudiziarie, così come verrà fatto in occasione di specifiche esigenze di polizia giudiziaria.