Anche gli scout di Senigallia si mobilitano in soccorso dei più bisognosi

Scritto il . Pubblicato in , .
CNGEI Senigallia

Maurizio Perini, uno dei volontari del CNGEI di Senigallia, illustra ai microfoni di Radio Duomo – Inblu le attività dell’associazione, molto attiva soprattutto in questo tempo di pandemia.

Il CNGEI è un’associazione di volontariato, iscritta nella Consulta del volontariato e nel Comitato di Protezione Civile del Comune di Senigallia. Da marzo 2020 fino ad oggi è sempre stata impegnata in attività a favore della popolazione in questa fase così delicata di emergenza Covid. Le attività effettuate dai volontari sono state le più disparate e vanno dalla consegna di dpi, dispositivi di protezione individuale come mascherine e guanti, alla distribuzione di buoni pasto sia alla popolazione che alle case di riposo della città di Senigallia e dei paesi della vallata Misa e Nevola.

Oltre a questo i ragazzi hanno svolto anche attività di assistenza e logistica agli screening per i tamponi, ed oggi si stanno dedicando allo stesso tipo di attività per le vaccinazioni degli over 80. I propri volontari sono soprattutto giovani. Il GNGEI è un’associazione che fa riferimento a loro e si basa sulla formazione delle giovani generazioni secondo quelli che sono i principi scout. In questa fase hanno avuto la possibilità di mettersi a disposizione della città. Spesso si tratta di studenti universitari e di persone che ancora hanno un minimo di libertà per impiegare del tempo nella solidarietà, secondo lo spirito scoutistico secondo cui occorre lasciare il mondo migliore rispetto a come lo si è trovato.

a cura di Barbara Fioravanti

Fai una
oppure

Abbonati a Voce Misena: