Arcevia ricorre al Tar contro il piano cave della Provincia

Scritto il . Pubblicato in , .
Il consiglio comunale del 30 novembre 2021 ad Arcevia
Il consiglio comunale del 30 novembre 2021 ad Arcevia

Il Comune ha presentato ricorso al Tar contro il piano cave della Provincia di Ancona. È la novità comunicata dal sindaco Dario Perticaroli durante l’ultimo consiglio comunale del 30 novembre scorso. Già nelle settimane scorse dalla perla dei monti si erano levate diverse proteste: la variante al piano provinciale delle attività estrattive (Ppae), approvata nel luglio scorso, “riattivava” la cava di Arcevia e nel dibattito era intervenuto persino Gianfranco Pagliarulo. Il presidente dell’Anpi nazionale ha fatto sue le perplessità dell’amministrazione comunale arceviese dichiarando la propria contrarietà al ripristino delle estrazioni a Monte Sant’Angelo: un progetto di «dubbia utilità economica» l’aveva definito, che causerebbe «una ferita irrispettosa della memoria locale e nazionale».

Il sindaco Dario Perticaroli ha comunicato  che il 23 novembre è stato presentato al Tar delle Marche il ricorso contro la delibera provinciale sul piano cave: «un atto significativo da parte dell’amministrazione, a tutela del territorio e dei cittadini». Dopo le numerose opposizioni e proteste, ma anche dopo gli appelli a intervenire per bloccare una scelta considerata pericolosa dal primo cittadino, «da Regione e Provincia c’è stato solo silenzio assoluto»…

Continua a leggere sull’edizione digitale di giovedì 9 dicembre, cliccando QUI.
Sostieni l’editoria locale, abbonati a La Voce Misena