Doppio appuntamento a Senigallia tra pace e memoria, immigrazione e accoglienza

Scritto il . Pubblicato in , .
Il teatro Portone di Senigallia

Doppio appuntamento a Senigallia previsto per venerdì 4 febbraio. Sarà domani infatti la data in cui si terrà, in mattinata, la presentazione agli istituti superiori cittadini della ricerca del liceo ‘Mamiani’ di Pesaro, premiata nell’ambito del concorso nazionale ‘Luci nel buio della Shoah‘; e, in serata, il primo evento promosso per il programma 2022-2023 dalla Scuola di pace “Vincenzo Buccelletti”.

L’evento del mattino, alle ore 10, chiuderà la serie di iniziative promosse per il ‘Giorno della memoria’: “Pergola: paese di felicità. La non indifferenza porta alla salvezza“, è il titolo della ricerca nata per approfondire una storia vera che ha visto come protagonisti cittadini e famiglie pergolesi, mobilitatesi per salvare ebrei, oppositori politici e renitenti alla leva dalla deportazione nei campi di sterminio nazista. Una pagina molto bella, in mezzo a tanta devastazione, che tocca da vicino anche alcune famiglie del nostro territorio. Sarà molto interessante ascoltare la voce di giovani studenti che hanno dedicato del tempo a questa ricerca e che hanno voglia di condividerla con i loro coetanei senigalliesi. La presentazione si terrà in modalità digitale.

L’altro evento di venerdì 4 febbraio alle ore 21, presso il teatro Portone di Senigallia, in piazza della Vittoria, è l’incontro nell’ambito del biennio 2022-2023 la Scuola di pace “Vincenzo Buccelletti”. (LEGGI L’INTERVISTA a Daniele Marzi, uno dei due presidenti della Scuola di pace: l’altra presidente è Chiara Perugini). Sarà ospite della Scuola, in collaborazione con il SAI Terre della Marca Senone (Sistema Accoglienza Integrazione), Davide Demichelis, giornalista e autore RAI, per un incontro dal titolo “Radici, l’altra faccia dell’immigrazione”, che è anche il titolo della sua trasmissione, molto seguita e profondamente legata ai temi dell’accoglienza, del tentativo di mettere in atto un’integrazione vera e profonda per costruire una società aperta, ricca e inclusiva. Un incontro che asseconda pienamente l’idea portante del biennio della Scuola di pace, cioè “Terra e pace”: cosa più delle radici riporta il nostro pensiero alla terra, bene comune di ogni essere umano al quale rivolgere cura? Il giornalista, autore e regista torinese Demichelis racconterà la sua personale visione dell’immigrazione, documentata dalla visione di stralci dei suoi interessanti reportage televisivi in giro per il mondo. Radici, l’altra faccia dell’immigrazione va in onda su Rai3 dal 2011 ed è un coinvolgente viaggio nel mondo di un’immigrazione regolare e silenziosa, che Davide Demichelis svolge con passione e delicatezza, andando a scovare le radici di ogni immigrato che vive in Italia e che, insieme al giornalista, fa ritorno nel proprio Paese d’origine, alla ricerca delle proprie radici, degli affetti, dei luoghi e dei ricordi a essi legati. La serata sarà visibile anche in streaming sui canali social della Scuola di pace.