GAM Harambee di Marzocca: un punto di raccolta e distribuzione solidale di beni

Scritto il . Pubblicato in , .

E’ attiva la raccolta solidale al GAM Harambee di Marzocca. Ce ne parla ai microfoni di Radio Duomo – Inblu Alberta Cardinali del GAS (Gruppo di acquisto solidale) Montimar di Marzocca.

L’attività è stata avviata con le Brigate Volontarie per l’Emergenza Marche, in rete con altre realtà attive nel territorio come SoSpesa di Senigallia, la Boutique di Anna solidale di Trecastelli, lo spazio popolare Boutique di Anna Campbell di Pesaro, e come cittadini possiamo collaborare e sostenere il progetto. Possiamo farlo attraverso le raccolte di generi alimentari che è possibile consegnare durante l’orario di apertura del GAM, in via Giuseppe Garibaldi, 14. Per chi non può venire dalle 16 alle 19 a Marzocca abbiamo attivato in alcuni punti vendita, in alcuni piccoli negozi di Marzocca e di Senigallia la “Sospesa solidale”, una modalità simile al caffè sospeso. Chi fa la spesa può lasciare un’offerta che servirà poi per acquistare prodotti nel negozio dove è stata fatta la donazione. 50 centesimi, 1 euro, 2 euro: non ci sono offerte minime, tutte sono preziose e importanti. Inoltre è partita una raccolta presso il supermercato CONAD della stazione di Senigallia e attraverso un modulo online è possibile comprare prodotti biologici ed ecologici del paniere del GAS Montimar. Tutte queste informazioni si possono trovare nel gruppo Facebook del GAM Harambee – Gruppo di Appoggio Mutuo e delle Brigate Volontarie per l’Emergenza Marche. Oltre alla spesa e alle donazioni si può aiutare anche diventando volontari e volontarie. L’emergenza sociale è altissima, ce ne siamo resi conto fin dalla prima apertura. Tante le persone in difficoltà che chiedono aiuto, persone che lavoravano ad esempio nei ristoranti e alberghi e che, svolgendo prestazioni in nero, ora sono escluse da ogni forma di ammortizzatore sociale. Non c’è solo la difficoltà e la richiesta di aiuto, ci sono tante energie che stanno costruendo circuiti virtuosi perché la nostra non è beneficienza né assistenzialismo. Quello che proponiamo è una forma di solidarietà e di mutualità nella quale poter ascoltare i bisogni e sogni. Questo è percepito subito da chi viene per necessità, tanto che sin dall’inizio c’è stata la disponibilità di diverse persone a diventare volontari per aiutare il progetto. Per qualsiasi altra informazione è possibile visitare le nostre pagine Facebook e per qualsiasi altra cosa non esitare a contattarci. Grazie!

a cura di Barbara Fioravanti

Fai una
oppure

Abbonati a Voce Misena: