Il molino che racconta la storia

Scritto il . Pubblicato in , .
Interno dell’Antico Molino Patregnani

Maria Angela Patregnani, proprietaria dell’Antico Molino Patregnani a Corinaldo, illustra questo luogo che racconta la storia della sua famiglia, di cui lei rappresenta la terza generazione, e quella della nostra regione, terra di agricoltura e di mezzadria.

Maria Angela, in che cosa consiste questa realtà?

Il molino Patregnani si trova a Corinaldo nella contrada di Madonna del Piano, nella valle del fiume Cesano. Ora non più attivo, è un museo raccolta che testimonia come avveniva la macinazione dei cereali e la molitura delle olive utilizzando l’energia idraulica. Ci sono tutte le attrezzature autentiche ferme nel tempo. La struttura è suddivisa in stanze del vino, dell’olio, della farina e della memoria, dove si trovano oggetti della vita di tutti i giorni del passato. Non è però una cartolina sbiadita in bianco e nero con i contorni un po’ smozzicati, che l'”homo tecnologicus di oggi nella sua arroganza potrebbe guardare con ironia e quasi con fastidio, perché lo obbliga al confronto con un passato vicino dei suoi nonni che hanno solo pensato a faticare e a risparmiare perché la generazione futura, cioè noi, avesse di più. Il molino serviva un ampio territorio fornendo alla comunità gli elementi basilari del loro esistere, il pane e l’olio, in palese contrasto con le linee dietetiche più avanzate dove l’imperativo è perdere peso per non sfigurare sulla spiaggia. La nostra spiaggia ​rurale adiacente al molino, invece, è un’area dove sono state piantumati alberi di diverse specie anche un po’ inconsueti quali il corbezzolo e il giuggiolo.

Quali attività proponete ai visitatori?

A coronamento del museo abbiamo creato l’associazione di promozione sociale “Il molino racconta” che ci permette, oltre alla visita guidata nelle stanze del molino, di fare attività didattiche con i bambini delle scuole e alcune iniziative rivolte a tutti i soci tesserati. Abbiamo già all’attivo conversazione sul valore dell’olio, sulla storia del pane, la storia del mais (che è alla base della nostra festa a Corinaldo), orientamento con la bussola per i bambini, presentazione di libri. Mi rendo conto che le mie poche frasi non rendono giustizia alla nostra realtà che è un piacevole tuffo nel passato. Allora non mi resta che invitare tutti a venirci a trovare nei pomeriggi di sabato e domenica dalle 16,30 alle 18,30 fino al 5 settembre per una visita guidata e per fare una bella passeggiata nel percorso comunale adiacente al nostro molino. È un itinerario ad anello che parte dal molino e attraversa campi, costeggia il fiume e torna al molino.​ Se si ha un pizzico di fortuna, si possono vedere alzare in volo aironi e garzette.

Per ​saperne di più suggerisco il nostro sito: www.anticomolinopatregnani.it, la nostra pagina Facebook “Il molino racconta” e per un contatto telefonico 071-67230.

a cura di Barbara Fioravanti